IT-Alert entrerà in servizio SPERIMENTALE ad ottobre 2020

Il Sistema della Protezione Civile Nazionale userà la fase di Sperimentazione per verificare, sia la corretta propagazione dei messaggi attraverso le reti di telefonia mobile, sia le procedure di invio dei messaggi

Nel periodo, IT-alert non modifica il sistema di competenze e di responsabilità attualmente definito per il Sistema di Allertamento Nazionale, e si configura come sperimentazione di un nuova Piattaforma tecnologica che si affianca gli strumenti di comunicazione nazionali, regionali e comunali, già operativi

Tutti i cittadini, quindi, ancorché avvisati delle diverse situazioni tramite i canali IT-Alert, per la loro incolumità personale dovranno sempre fare riferimento ai canali ufficiali già normalmente utilizzati per le comunicazioni di emergenza e, in ogni caso, mettere in atto le misure di autoprotezione previste.

Terminato il periodo di sperimentazione le procedure definitive saranno pubblicate nella nuova Direttiva sul Sistema di Allertamento Nazionale di prossima emanazione.